Frullatori a prova di igiene

Click to enlarge

Cucinare oggi è molto più pratico di qualche decennio fa, quando le preparazioni venivano fatte rigorosamente a mano. Oggi il mercato offre le più svariate soluzioni per chi ama dedicarsi alla cucina ma non ha molto tempo a disposizione: dal robot multifunzionale, un vero e proprio alleato in cucina, al classico frullatore, dal tritatutto all'impastatrice per realizzare lasagne, tagliatelle e fettuccine! Anche nelle cucine professionali dei grandi ristoranti si utilizzano spesso questi strumenti per velocizzare la preparazione di alcuni piatti: dagli "esperti del settore" abbiamo rubato un segreto. Succede spesso, infatti, che per la fretta l'attrezzo non sia lavato subito, con il risultato che a distanza di poche ore rimuovere i residui di cibo tra le lame non è un compito facile. 

Ma la soluzione c'è: una volta utilizzato, basta versare nel contenitore mezza tazza d'acqua e un paio di cucchiai (50g circa) di Bicarbonato Solvay® e azionare il motore per pochi secondi. In questo modo i residui non si seccheranno, e grazie all’azione ammorbidente esercitata dal Bicarbonato Solvay sarà molto più semplice e rapido rimuoverli poi, durante il successivo lavaggio! 


Il consiglio:

2 cucchiai (50g) di Bicarbonato Solvay® direttamente nel "bicchiere" del robot, aggiungendo acqua calda. 


La confezione ideale da tenere a portata di mano:

  • Bicarbonato Solvay® da 1kg, adatta ai forti consumi.