Come pulire il piano cucina

kitchen topClick to enlarge

Il cosiddetto “top” è un elemento centrale della tua cucina: design, resistenza e praticità sono tutte caratteristiche fondamentali per ogni buon piano di lavoro, che vanno attentamente valutate prima di scegliere quello che fa al caso tuo.

Dal laminato al quarzo, alla pietra naturale, i materiali a disposizione sono moltissimi, ma tutti caratterizzati da un elemento comune: entrano spesso in contatto con i cibi che prepari, perciò vanno puliti di frequente e in modo perfetto, per poter cucinare in piena tranquillità.

Come essere sicura di non rovinarli con procedimenti o prodotti sbagliati?

La risposta giusta arriva come sempre da Bicarbonato Solvay®, specialista nella pulizia diogni superficie lavabile: l’azione dolcemente abrasiva dei suoi cristalli è perfetta per rimuovere perfettamente ogni traccia di sporco anche dai materiali più delicati, senza rischio di graffiarli. E la tranquillità in più arriva dal fatto che si tratta di un prodotto a uso alimentare, ideale quindi per l’utilizzo in cucina.

 

How to…

Ecco come fare per una pulizia perfetta che non lascia traccia di macchie, grasso o altro sul top.

Realizza una pasta di acqua e Bicarbonato Solvay® (1 parte d’acqua e 3 parti di bicarbonato) e passala con una spugna umida sulle parti da pulire, poi risciacqua e asciuga con un panno morbido.

Oppure, per una pulizia più veloce, cospargi direttamente la spugna umida con Bicarbonato Solvay® e procedi come sopra.

Per le macchie più difficili i principali produttori di cucine consigliano di miscelare il bicarbonato con qualche goccia di detersivo per i piatti e usare questa pasta come un comune detergente, lasciandola agire qualche minuto sullo sporco prima di sfregare con un panno umido e poi risciacquare: il tuo piano brillerà come nuovo.

In tutti i casi è bene agire quando lo sporco è ancora fresco: lasciarlo seccare potrebbe rendere più difficile rimuoverlo.

Infine, ecco invece cosa NON devi fare se non vuoi rischiare di danneggiare il top pulendolo nel modo sbagliato.

Sono da evitare:

  • Spugne abrasive.

  • Sgrassatori chimici aggressivi.

  • Prodotti anticalcare.

  • Alcool o altri solventi.

 

Il consiglio in più

Se nella tua cucina sono presenti piastrelle, magari con le fughe annerite, puoi usare un vecchio spazzolino da denti per farle tornare come nuove: inumidiscilo e cospargilo di Bicarbonato Solvay®poi sfregalo bene tra una piastrella e l’altra e risciacqua per eliminare i residui. Vedrai che risultato!
Puoi utilizzare lo stesso metodo anche per le giunzioni del top cucina, per gli angoli vivi del lavello d’acciaio o per qualunque altro spazio difficile da raggiungere.