Le 3 verdure a cui non puoi rinunciare

vegetablesClick to enlarge

Le continue campagne su stile di vita e alimentazione salutare sembrano aver fatto presa sulla popolazione, considerato ad esempio che il consumo di frutta e verdura in Italia risulta in continuo aumento negli ultimi anni.

Bicarbonato Solvay® sostiene da sempre l’importanza per il nostro benessere di consumare molta frutta e verdura, ricca di fibre e vitamine utili all’organismo, naturalmente senza trascurare di lavarla nel modo corretto per rimuovere ogni impurità.

È per questo scopo che nasce Bicarbonato Solvay® Frutta &Verdura, purissimo bicarbonato al 100%, nella pratica formula in microgranuli, studiata appositamente proprio per il lavaggio di frutta e verdura.

Per un lavaggio perfetto puoi sfruttare l’efficacia dei microgranuli massaggiandoli delicatamente su frutta e verdura inumidite, lasciandola poi a bagno per 10 minuti in acqua e Bicarbonato Solvay® Frutta &Verdura prima di risciacquarla con acqua corrente.

Per le verdure dalla superficie rugosa che crescono sottoterra, come carote e patate, puoi anche ripetere il trattamento sfregando Bicarbonato Solvay® con le mani direttamente sulla buccia e poi risciacquando di nuovo, così da rimuovere completamente ogni residuo di sporco.

 

La top 3

Se dunque ci confermiamo un Paese decisamente “veggie”, grazie anche al clima favorevole che permette di coltivare tante varietà apprezzatissime di frutta e verdura, vediamo nel dettaglio quali sono le varietà più acquistate, ovvero quelle a cui gli italiani non sanno proprio rinunciare.

Per quanto riguarda la frutta, le mele fanno la parte del leone, seguite dalle arance, ma scopriamo di seguito la classifica dei 3 ortaggi più amati in assoluto dagli italiani, in base a una ricerca Gfk.

 

Per approfondire leggi anche: “La frutta e gli italiani: un amore senza uguali”.

 

1 – Patate

720.000 tonnellate l’anno.

Fritte, lessate, arrosto, purè, gnocchi… il loro successo si spiega con le mille preparazioni a cui si prestano… e del resto chi resiste a un bel piatto di patatine fritte croccanti?

La sorpresa sta però nel fatto che la verdura più consumata dagli italiani (circa 11 kg a testa ogni anno…) non è in realtà una verdura, ma un tubero. Non si tratta di un lato negativo, ma bisogna saperlo e tenerne conto dal punto di vista nutrizionale, in quanto le patate sono costituite principalmente da amido.

Tra le altre sostanze, contengono anche molto potassio e vitamina C. Curiosità: quest’ultima è contenuta principalmente nella buccia delle patate novelle.

 

2 – Pomodori

580.000 tonnellate l’anno.

Il pomodoro è il re della cucina mediterranea, vera “icona pubblicitaria” del sole e dell’estate, nasconde come le patate un’altra sorpresa botanica, trattandosi di una bacca in piena regola. Nessuno comunque si lamenterà se continuiamo a considerarlo una verdura…

Ricco d’acqua, vitamine e sali minerali contiene pochissime calorie ed è perfetto per chi sta seguendo una dieta ipocalorica.

Possiede anche molti altri benefici per la salute, grazie alle sue proprietà antiossidanti e di protezione del cuore.

 

3 – Insalata

430.000 tonnellate l’anno.

Considerato il peso specifico di gran lunga inferiore a patate e pomodori, l’insalata è senza dubbio la verdura più consumata, almeno a livello di volume.

Dai radicchi alla lattuga, dalla rucola alla scarola, le varietà coltivate in Italia sono tantissime, alcune molto pregiate e particolari, disponibili praticamente in ogni stagione dell’anno. Ricche di fibre e povere di calorie, sono depurative e contengono anche grandi quantità di vitamine. Soprattutto vitamina K, importante per la salute delle ossa, ma anche vitamina C e B.

 

Ti potrebbe interessare anche“I 5 must dell’insalata perfetta”