K-Food: la cucina coreana che fa bene

korean food Click to enlarge

Benessere a tavola, con tante verdure e preparazioni particolari che rendono i piatti gustosi e soprattutto salutari. Ecco il segreto del successo del K-food, la cucina tradizionale coreana a base di salse piccanti, verdure fresche e fermentate, che sta spopolando anche in Italia.

Perché non provi anche tu a realizzare in casa una ricetta K-food che stupirà tutti?
Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura, un professionista in campo di preparazioni vegetariane, ti svela tutti i segreti di una cucina sana e davvero originale.

 

Una tradizione millenaria

La storia della cucina coreana comincia ben 5.000 anni fa, basata sin da allora sulla sostenibilità del legame tra uomo e natura e sull'equilibrio tra colori e gusto.

I piatti tradizionali sono particolarmente salutari grazie all'antichissima tecnica della cottura lenta e della fermentazione, con la quale gli ingredienti si arricchiscono di preziosi elementi nutrizionali, come i probiotici, che proteggono l’apparato digerente, rafforzano le difese immunitarie e rallentano l’invecchiamento.

 

Le ricette

Il K-Food è molto vario e comprende più di 2.000 ricette, tutte realizzate con prodotti del territorio e rigorosamente stagionali.
Il piatto simbolo del paese è il Kimchi, una preparazione ricca di vitamine e sali minerali, a base di cavolo fermentato e altre verdure, tutto legato da una salsa al peperoncino, aglio e zenzero.

Il Bibimbap è un altro piatto molto conosciuto della cucina coreana, preparato con riso al vapore, verdure e salsa al peperoncino. Poi ci sono le radici di loto in salsa di soia, gli gnocchi di riso, l’insalata di daikon e i fagioli mungo speziati come contorno, ma anche tantissime altre squisitezze a base di carne o pesce, come gli involtini di cavolo ripieni di maiale, il merluzzo marinato e arrostito, i molluschi in salsa piccante, solo per fare qualche esempio…

 

Il bibimbap: un piatto facile per cominciare

Se ti è venuta voglia di fare un primo passo alla scoperta di questa stuzzicante cucina realizzando in casa qualche piatto, il consiglio è di cominciare con qualcosa di semplice, come ad esempio il classico bibimbap: più difficile da pronunciare che da fare.

Con i suggerimenti di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura non potrai sbagliare.

 

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di riso giapponese

  • 200 g di germogli di soia

  • 2 carote

  • 2 zucchine

  • 1 cetriolo

  • 1 daikon

  • 1 cipollotto fresco

  • Rucola

  •  4 uova

  • Salsa di soia

  • Peperoncino in polvere

  • Semi di sesamo

 

Preparazione:

Sciacqua il riso in acqua fredda e fallo cuocere al vapore, poi quando pronto tienilo in caldo.
Nel frattempo dedicati alla preparazione delle verdure, cominciando con il lavarle perfettamente con l’aiuto di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura in microgranuli. Si tratta sempre di purissimo Bicarbonato Solvay®, ma in una formula studiata proprio per un lavaggio più efficace e pratico di frutta e verdura. Procedi in questo modo: inumidisci gli ortaggi e massaggiali delicatamente con i microgranuli, poi mettili a bagno per 10 minuti in una bacinella d’acqua con sciolti due cucchiai di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura e infine risciacqua con acqua corrente.

Taglia cetriolo e zucchine a fettine sottili e carote e daikon a bastoncini regolari. (Il daikon è una varietà di rafano, simile a una grossa carota bianca, che si trova facilmente nei negozi di alimentari etnici).

Fai saltare in padella le verdure - tranne il cetriolo - per pochi minuti con un filo d’olio, mantenendole croccanti. Fai scottare i germogli per un paio di minuti in acqua bollente e scolali bene.

Componi poi il piatto, disponendo le verdure in modo regolare e suddividendole per colore. Guarnisci infine con qualche foglia di rucola.
Volendo puoi arricchire i piatti aggiungendo su ciascuno un uovo cotto in padella.
Accompagna il tutto con una ciotola di riso e una di condimento, ottenuto miscelando 1 cucchiaio d’olio, 1 cucchiaio di salsa di soia, 1 cucchiaino di peperoncino in polvere, il cipollotto a fettine sottili, e 1 cucchiaino di semi di sesamo.

 

NB: Questa ricetta può essere realizzata con molte altre verdure oltre a quelle proposte: peperoni, verza, funghi, ecc. a seconda delle stagioni e di quanto suggeriscono il gusto e la fantasia.