Frutta e verdura "glamour". Metti in tavola i colori

coloured vegetablesClick to enlarge

Negli ultimi anni si vedono sempre più spesso in vendita varietà di frutta e verdura davvero insolite, che stupiscono grazie ai loro colori particolarmente accesie scenografici. Non si tratta solo di estetica, infatti spesso sono belle da vedere ma anche salutari da mangiare.

Di solito, nei vegetali, ogni colore è associato alla presenza di una particolare sostanza nutritiva, perciò si potrebbe quasi dire che più sono vivaci meglio fanno alla salute… non dimenticare però che per gustarli “al top” devi lavarli sempre perfettamente, ovvero con Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura in microgranuli, studiato apposta proprio per il lavaggio di frutta e verdura, e per questo più pratico ed efficace.

Ecco come fare per eliminare ogni impurità: massaggia delicatamente i microgranuli sulla frutta e la verdura inumidite, poi lasciale a bagno per 10 minuti sempre in acqua e Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura (1 cucchiaio ogni litro), e infine risciacqua con acqua corrente.

 

Ti potrebbe interessare anche: Tutti i colori della salute

 

In ogni caso, devi sapere che i colori sorprendenti che catturano lo sguardo dai banchi di mercati e fruttivendoli, non sono ottenuti con arditi incroci genetici, bensì dal recupero di varietà antiche o rare che qualche coltivatore ha deciso di valorizzare e rilanciare commercialmente. Se si tratti di moda passeggera non lo sappiamo, perciò approfittane adesso per portare in tavola un’esplosione di colori che lascerà a bocca aperta tutti quanti.

Ecco alcune delle varietà più “vivaci”:

 

Fragola nera
Mai sentito parlare di fragole nere? Eppure esistono. Si tratta di una varietà tedesca molto antica chiamata Hansa, disponibile tutto l’anno perché coltivata anche in serra, con una polpa in effetti scurissima, quasi nera. Queste fragole, molto zuccherine, sono perfette per un sorbetto davvero originale. Non sono facilissime da trovare, ma puoi chiedere per questo al tuo fruttivendolo.

Ecco come preparare ilsorbetto di fragole nere: ci vogliono 500 g di fragole, 150 g di zucchero, un limone, Bicarbonato Solvay®. Procedi così: lava bene le fragole con acqua e Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura, poi frullale insieme allo zucchero, al succo di limone e a 1 cucchiaino di Bicarbonato Solvay® (l’ingrediente segreto dei gelati d’autore). Se non possiedi la gelatiera puoi versare il composto in una ciotola e metterla in freezer, mescolando bene ogni 20 minuti. Quando dopo qualche ora sarà rappreso, frullalo nel mixer per pochi secondi e rimettilo subito in freezer, poi ripeti l’operazione prima di servire.

Il colpo da maestro per realizzare una piccola opera d’arte? Guarniscilo per contrasto con un paio di fragole bianche. La varietà pinberry, originaria del Cile, è appunto “albina”, con i piccoli semi in superficie di colore rosso brillante, una gioia per gli occhi ma anche per il palato, con il suo deciso sapore di ananas.

 

Rapa rossa

La rapa rossa è tutt’altro che una specie strana o esotica: soltanto viene poco utilizzata perché spesso (ingiustamente) trascurata. Oltre a contenere molte vitamine e sali minerali, questa varietà di barbabietola non ha rivali nel mondo vegetale se parliamo di colori: il suo rosso brillante è infatti veramente straordinario, e si presta a preparazioni molto appariscenti.
Il colore rosso tra l’altro indica la presenza di antiossidanti, chiamati antociani, molto utili alla circolazione.

Per un antipasto originale e scenografico perché non provi allora l'hummus di rape rosse?

La preparazione è semplicissima: frulla con il mixer 500 g di raperosse cotte al vapore (si trovano anche già pronte) insieme a 250 g di cecibolliti in acqua con 1 cucchiaino di Bicarbonato Solvay® per ammorbidirli, il succo di 1 limone, sale e cumino in polvere q.b., aggiungendo olio EVO a filo fino a raggiungere la consistenza voluta. Puoi servire con fettine di pane nero.

 

Pomodoro ananas

Anche per quanto riguarda i pomodori, perché limitarsi al tradizionale colore rosso? (Che in realtà non è poi così tradizionale, perché originariamente questo ortaggio era giallo).

Le varietà di pomodoro in ogni caso sono oggi tantissime, così come i loro colori: oltre a rossi e gialli, si trovano anche verdi, neri e persino blu, con i quali puoi dar vita a un’insalata simile alla tavolozza di un pittore.
Ma il più straordinario dei pomodori “non convenzionali” è il pomodoro ananas delle Hawaii. Giallo intenso con striature rosse, ha un sapore esotico che ricorda l’ananas e il melone, e può superare 1 kg di peso. Non è difficile da trovare, anche in inverno, e si presta a composizioni artistiche, con le sue enormi fette screziate e compatte che nessuno direbbe mai appartenere a un pomodoro.

 

Carote “arlecchino”

Come il pomodoro, così anche la carota anticamente non era del colore che conosciamo oggi. Il classico arancione, infatti, è stato ottenuto dagli olandesi solo nel 1.600: prima di allora era molto diffusa una varietà di origine mediorientale dal colore viola.

Oggi le sfumature di colore disponibili vanno dal viola- tornato di moda - al nero, al bianco, al giallo. Come detto sopra, i colori più intensi sono anche sinonimo di proprietà salutari: ad esempio nelle carote indicano una maggiore quantità di betacarotene e luteina, antiossidanti che contrastano i radicali liberi e proteggono la salute di pelle e occhi.