Erbazzone: l’orto si fa ghiotto

vegetables pie Click to enlarge

Sapevi che le torte salate che prepari oggi con gli ingredienti più disparati hanno tutte un antenato in comune?
Si tratta dell’erbazzone reggiano, in pratica una semplicissima torta di pasta sottile, ripiena di erbe e verdure, secondo la disponibilità stagionale.
Piatto “povero” dell’antica tradizione contadina, viene preparato in mille varianti più o meno simili anche nel resto dell’Emilia Romagna, in Toscana, Umbria e in tutta l’area appenninica.

Nato per utilizzare in modo gustoso le erbe selvatiche commestibili, si è poi arricchito di altre verdure, come bietole, spinaci, cipollotti, ecc., ma la filosofia di base è sempre la stessa: materie prime genuine e freschissime per portare in tavola il profumo della campagna di una volta.

Non ti resta a questo punto che provare la ricetta tradizionale di Bicarbonato Solvay®.

 

Erbe & fantasia

Come accennato sopra, nell’erbazzone si possono mettere tutte le erbe che ci suggerisce la fantasia, ma anche verdure non troppo acquose, come porri e cipolle: l’accostamento sarà in ogni caso sempre azzeccato.

Se poi hai la fortuna di trovare alcune essenze fresche dal sapore particolare, come borragine e maggiorana, puoi dare un tocco di personalità in più alla tua ricetta.

In ogni caso, visto che l’ingrediente principale è costituto sostanzialmente da “foglie” – più o meno selvatiche – su cui è facile che rimangano residui di terra e sporcizia, dovrai lavarle sempre perfettamente prima di procedere con la realizzazione della torta.

Tutto sarà più facile con l’aiuto di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura, la cui formulazione in microgranuli è studiata apposta per essere più efficace anche con le verdure più delicate.

Ecco come devi fare: inumidisci le erbe, poi massaggiale molto delicatamente con i microgranuli di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura.
Lasciale a bagno per circa 10 minuti in una bacinella d’acqua con sciolto 1 cucchiaio di Bicarbonato Solvay® Frutta & Verdura per ogni litro, e al termine risciacqua tutto ben sotto acqua corrente.

Ora tutto è pronto per preparare un erbazzone da leccarsi i baffi.

 

Ingredienti

  • Erbe miste (bietole, spinaci, ecc.) 1,5 kg
  • Parmigiano reggiano 200 g
  • 1 cipolla
  • Olio EVO 1 cucchiaio
  • Sale e pepe q.b.

Per la pasta

  • Farina 400 g
  • Acqua 200 ml
  • Olio EVO 2 cucchiai
  • Sale

 

 

Preparazione

Per prima cosa dedicati alla pasta. Mescola in una bacinella la farina con acqua, olio e sale e lavorala con le mani fino a ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Forma una palla, avvolgila nella pellicola e lasciala riposare mezz’ora in frigorifero.

Nel frattempo fai soffriggere in padella la cipolla tritata con l’olio e quando sarà dorata aggiungi le erbe sminuzzate grossolanamente con il coltello e falle saltare per una decina di minuti.
Scolale dal liquido residuo e falle raffreddare.

A questo punto dividi la pasta in due e stendine una prima parte con il mattarello fino a ottenere un disco di circa 40 cm di diametro, che dovrai disporre sul fondo oliato di una tortiera di 32 cm dai bordi bassi.

Versaci sopra le erbe, a cui avrai aggiunto il parmigiano grattugiato, il sale e il pepe e livellale con una spatola.

Copri tutto con una seconda sfoglia, se possibile più sottile della prima, poi sigilla i bordi arrotolando insieme i due lembi in eccesso e pizzicandoli.

Buca la superficie con una forchetta e cospargi con un filo d’olio.

Cuoci in forno caldissimo per circa mezz’ora, poi lascia intiepidire prima di tagliare.