Fai da te: come sostituire il nastro delle tapparelle

Window shutterClick to enlarge

L’uscita di operai o tecnici specializzati per interventi di riparazione in casa costa parecchio, lo sappiamo bene!
Quando è possibile, perché allora non provare a effettuare in autonomia alcuni piccoli lavoretti di ordinaria manutenzione non troppo complicati? Oltre a risparmiare denaro, volete mettere la soddisfazione di essere riusciti a fare da soli qualcosa che ritenevamo appannaggio soltanto di esperti del fai da te?

 

Un esempio classico è la sostituzione, periodicamente necessaria per la normale usura, del nastro delle tapparelle. Può sembrare un’operazione difficile, ma con i consigli di Bicarbonato e Soda Solvay® è facilmente realizzabile in poco tempo, e il risultato sarà perfetto, a patto di seguire con cura e precisione i passaggi del procedimento.

L’attrezzatura necessaria è minima: una scala, un cacciavite e un paio di forbici, oltre naturalmente al nastro nuovo in sostituzione di quello usurato.

 

Dove si annida la sporcizia

Cassoni e tapparelle sono tra i punti “storicamente” più sporchi della casa, dove si accumula polvere e grasso in quantità, soprattutto negli angoli nascosti.
Quale miglior occasione dunque di questo intervento per approfittare di una bella pulizia approfondita?

Parlando di sporco e grasso ostinato, non si può non pensare subito a Soda Solvay®un formidabile detergente multiuso per la casa che non fa schiuma, ma è incredibilmente efficace nello sgrassare ogni superficie lavabile.

Il procedimento è semplice: sciogli Soda Solvay® in un secchio d’acqua calda (ce ne vuole circa un cucchiaio ogni litro d’acqua), poi immergi una spazzola a setole rigide e strofina la tapparella direttamente dall’interno del cassone, chiedendo a qualcuno di abbassarla piano mentre lo fai. Così resterà pulita dal lato esterno, altrimenti irraggiungibile. Poi, a tapparella abbassata, ripeti l’operazione dal lato interno.

In caso di sporco molto tenace ripeti la procedura, poi sciacqua con uno straccio bagnato e lascia asciugare. NB: Non utilizzare il prodotto su superfici in legno o alluminio.

 

Ma vediamo nei dettagli come effettuare la sostituzione.

 

Come si fa

  • Alza completamente la tapparella.
  • Apri il cassone con l’aiuto di un cacciavite e blocca la puleggia, ovvero il rullo dove si avvolge il nastro, infilandoci il cacciavite stesso.
  • Rimuovi il vecchio nastro e fissa il nuovo, fermandolo con un nodo.
  • Togli il cacciavite che blocca la puleggia, facendo scendere lentamente la tapparella.
  • Infila l’altra estremità del nastro nella fessura di scorrimento dall’interno del cassone e falla scendere fino all’altezza della piastra dell’avvolgitore a molla, tagliandola con circa 30 cm di abbondanza.
  • Estrai l’avvolgitore dalla sua sede nel muro svitando la piastra, poi rimuovi il vecchio nastro.
  • Prima di fissare l’estremità di quello nuovo (di solito sull’avvolgitore c’è una piccola vite di fermo) devi “ricaricare” la molla dell’avvolgitore, ruotandola per una ventina di volte e facendo attenzione a non lasciarla di colpo.
  • Riposiziona l’avvolgitore nella sua sede, rimettendo a posto anche la piastra di blocco e infine richiudi il cassone.


Il gioco è fatto. Più difficile a dirsi che a farsi.