La nonna faceva così...

Cleaning with toothbrushClick to enlarge

Le nostre nonne pulivano casa in modo impeccabile, senza avere a disposizione tutti i prodotti e gli accessori oggi in commercio. Con la loro esperienza, l’aiuto di Bicarbonato Solvay® e un pizzico di iniziativa, puoi ottenere anche tu gli stessi risultati.

Scopri i 5 trucchi d'oro per avere una casa pulita perfettamente

 

Giornali vecchi? Sempre utili

Vetri puliti senza aloni a costo zero? Vanno benissimo le pagine di un vecchio quotidiano, appallottolate e imbevute con una soluzione di acqua calda, aceto bianco e Bicarbonato Solvay®Sfrega bene con movimenti circolari anche i serramenti per eliminare ogni traccia di grasso e sporco, poi passa un panno in microfibra e quando il vetro sarà asciutto ripassa per eliminare eventuali aloni residui.

Ricordati che l’operazione andrebbe svolta in una giornata senza sole per ottenere migliori risultati.

Lo stesso trucco va benissimo anche per gli specchi, in quanto la carta di giornale bagnata  non graffia e non lascia “pelucchi”.

 

Non buttare lo spazzolino

Il vecchio spazzolino da denti può tornare utile per la “micropulizia” di angoli e fessure dove gli strumenti tradizionali non riescono a penetrare.

Ad esempio va benissimo per le fughe delle piastrelle, per le giunzioni del top cucina o per gli angoli vivi del lavello d’acciaio... Basta cospargere lo spazzolino umido di bicarbonato e sfregarlo con cura dove serve, poi ripassare lo spazzolino pulito per eliminare ogni residuo. I cristalli di Bicarbonato Solvay® esercitano un’azione abrasiva particolarmente delicata, e non corri il rischio di graffiare le superfici.

Fai scorta di Soda Solvay®
Nelle case delle nostre nonne non mancava mai una buona scorta di questo eccezionale prodotto: Soda Solvay® è carbonato di sodio con una purezza superiore al 99%, è un ottimo sgrassante ma non contiene tensioattivi, fosforo o coloranti, non fa schiuma e non profuma. In sintesi si può considerare a tutti gli effetti uno dei principali detergenti ecologici multiuso per la casa. E costa poco.
Perfetto per pulire, deodorare e sgrassare i pavimenti e tutte le superfici lavabili di cucina e bagno, le stoviglie più sporche e persino per “cancellare” i segni di bruciato dalle pentole o eliminare i depositi di vino e olio dalle bottiglie.
Unica avvertenza: non usare su superfici in alluminio, legno o cotto.

Pulisci il tappeto con la forza della tradizione
Il modo migliore di pulire per bene un tappeto è proprio quello di una volta: appoggiarlo a cavallo di una ringhiera una volta la settimana e batterlo con il battipanni per eliminare la polvere. Ma non basta: terminata l’operazione puoi cospargerlo di Bicarbonato Solvay®, lasciarlo agire per qualche ora e poi passare l’aspirapolvere. I colori torneranno brillanti, e inoltre grazie ai suoi “poteri” è in grado di rinfrescare il tessuto, neutralizzando gli odori assorbiti.
Curiosità: se vivi in campagna, o dove nevica spesso, prova a sfregare il tappeto nella neve appena caduta. Il rimedio è antico ma efficacissimo per rinnovare il tessuto e ravvivare i colori. Provare per credere.

E luce sia…
Se ami le lampade vintage con il paralume di tessuto, proprio come quelle che la nonna teneva sul comò, ecco come devi fare per eliminare le macchie “giallastre” che inevitabilmente si creano sulla stoffa con l’utilizzo. Impasta 3 cucchiai di Bicarbonato Solvay® in mezzo bicchiere d’acqua e spalma la crema ottenuta sulle parti del paralume da smacchiare. Lascia agire per tutta la notte, poi elimina i residui essiccati con una spazzola e ripassa con un panno umido. Tornerà come nuovo.
Il consiglio in più: anche le lampadine vanno spolverate. La polvere che si accumula è in grado infatti di ridurne l’efficienza anche fino al 50%.