Come lavare i pavimenti

Cleaning houseClick to enlarge

Le pulizie di casa ti occupano molte ore ogni settimana e sembrano non avere mai fine?

Con qualche piccolo accorgimento e i consigli di Bicarbonato Solvay® ti sarà più facile ottimizzare il tempo a disposizione, stancarti meno e allo stesso tempo ottenere risultati più soddisfacenti.

La cosa più importante è avere sempre una buona organizzazione; ad esempio un semplice planning può aiutarti molto in questo senso, ma non basta.

Un’altra regola fondamentale da seguire riguarda il metodo: ovvero, quando devi fare le pulizie falle meglio che puoi, così non sprechi tempo.

Ciò vale in particolare per quando è necessario lavare il pavimento: si tratta di uno dei lavori di casa più impegnativi e faticosi, perciò vale la pena dedicargli la massima cura, per non rischiare di doverlo fare troppo spesso.

Ciò significa in primo luogo adoperare i detergenti più idonei al tipo di superficie, per pulirla senza rovinarla, ma è anche importante utilizzare la tecnica giusta, per rendere il tuo impegno più efficiente possibile.

 

Quale materiale?

Parquet o grespietra o marmo, e persino resina… i pavimenti possono essere rivestiti da materiali molto diversi tra loro per caratteristiche e resistenza, e ognuno necessita di accorgimenti particolari nel lavaggio per evitare di danneggiarlo.

Naturalmente esistono detergenti specifici che devi utilizzare per ogni tipo di superficie, ma con il supporto speciale di Bicarbonato Solvay® potrai ottenere risultati ancora migliori.

Sciogliere due cucchiai di bicarbonato nell'acqua di lavaggio è infatti un “trucco” sempre validissimo per potenziare l’azione di pulizia sulle superfici lavabili, anche quelle più delicate.

E come fare per i segni lasciati dalle suole delle scarpe? Eliminarli è sempre difficile, ma non se usi Bicarbonato Solvay®: prova a sfregarli con un panno morbido inumidito e un pizzico di bicarbonato: spariranno magicamente, senza rischiare di graffiare la superficie.

 

La tecnica conta

Di certo il procedimento di lavaggio dei pavimenti non è un segreto, ma qualche semplice accorgimento in più può senz'altro esserti utile.

Innanzitutto prima del lavaggio va eliminato l’eccesso di sporco e polvere, e il modo migliore per farlo è usare l’aspirapolvere: più rapido ed efficace di qualunque scopa.

Poi si passa a preparare la soluzione di lavaggio. Il detergente va diluito in un secchio d’acqua calda rispettando la concentrazione riportata sul flacone: se esageri si potrebbe formare troppa schiuma e lasciare residui poi difficili da sciacquare.
Aggiungi 2 cucchiai di Bicarbonato Solvay® e a questo punto puoi passare al lavaggio vero e proprio.

Al posto del tradizionale straccio è ormai diffusissimo il cosiddetto “mocio”, più pratico da strizzare: per usarlo al meglio passalo su una piccola area alla volta, prima in un verso e poi nell'altro, e risciacqualo ogni volta che cambi area.
Infine, un passaggio spesso trascurato è l’asciugatura finale. Aprire le finestre per favorire l’evaporazione dell’acqua in teoria non basta: se hai tempo, meglio ripassare tutto con un panno asciutto, così da eliminare anche gli ultimi residui di polvere rimasta sul pavimento.

 

Il consiglio in più: attenzione alla schiena

Lavare i pavimenti è, come detto, faticoso. Per evitare sforzi che potrebbero causarti contratture o dolori, devi mantenere una postura ergonomicamente corretta. Per questo fai attenzione che il manico dell’aspirapolvere o del "mocio" sia abbastanza lungo per consentirti di lavorare con movimenti ad "affondo" in avanti, mantenendo la schiena dritta, sempre in allineamento con il collo.