Macchie: le "top 3"

Macchie_SITO

Macchie, un bel problema! Su tovaglie o vestiti, la faccenda non cambia: farle è facilissimo, togliere a volte quasi impossibile senza danneggiare il tessuto con trattamenti troppo “aggressivi”.
Bicarbonato Solvay® è un grande esperto di bucato, e anche in questo caso rappresenta un aiuto insostituibile, con la sua azione delicata ma decisa, da usare per rimuovere poi più facilmente la macchia con il lavaggio.
Se hai combinato un disastro sulla tua camicetta preferita e pensi di non poterla più mettere, aspetta a disperarti: scopri come trattare efficacemente tre delle macchie più frequenti e “complicate” con i consigli di Bicarbonato Solvay®.

Vino rosso
Quando si parla di macchie la cosa più importante è agire quando sono ancora fresche. Lasciarle asciugare significherebbe con buona probabilità non riuscire più a toglierle. Questa regola vale soprattutto per il vino: meglio intervenire con tempestività, prima che l’alcol sia evaporato del tutto. Ecco un paio di metodi “empirici” ma validissimi.

  1. Quando il danno è appena fatto, e la macchia ancora fresca, puoi applicarvi una miscela di amido di mais e Bicarbonato Solvay® in parti uguali, lasciandola agire almeno mezz'ora prima di lavare normalmente. La doppia azione di amido e bicarbonato assorbirà il vino in eccesso e ne faciliterà la successiva eliminazione.
  2. Se la macchia non è più bagnata, versaci sopra un poco di vino bianco, poi cospargi con abbondante Bicarbonato Solvay®, comprimilo leggermente con le dita e lascia agire per un paio d’ore, mantenendolo umido se necessario con qualche goccia d’acqua. Poi passa al lavaggio in lavatrice.


Erba

Chiunque abbia avuto a che fare con il bucato dei bambini, ma non solo, sa bene quanto sia difficile eliminare la “classica” macchia d’erba dagli indumenti.

A volte sembra davvero indelebile, ma prova così per risolvere il problema: cospargila di Bicarbonato Solvay® e lascia penetrare per qualche minuto, poi sfrega delicatamente con le dita per sfruttare la delicata azione abrasiva dei cristalli di bicarbonato.

Infine procedi con il consueto bucato.

Per macchie particolarmente ostinate o estese puoi provare con l’aceto di mele, versandocene sopra un paio di cucchiaini e lasciandolo agire per 10 minuti; poi strofina l’area con una spugnetta, sciacqua con acqua tiepida e lava normalmente in lavatrice.


Trucco e rossetto

Fondotinta, mascara e rossetto spesso lasciano macchie e aloni sugli indumenti che vanno affrontate correttamente per evitare danni irreversibili.

Ad esempio le tracce di rossetto fresche non vanno mai trattate con acqua bollente o alcol per evitare di “fissarle”, inoltre non bisogna mai strofinarle, ma solo tamponarle, per non “allargare” il problema.

Ecco invece il consiglio “giusto”, valido per la maggior parte dei cosmetici: sciogli due cucchiai di Bicarbonato Solvay® in una soluzione di acqua tiepida e aceto bianco in parti uguali, e usa la miscela per tamponare la macchia, prima del normale lavaggio.

Per il rossetto puoi anche provare miscelando poco detersivo per i piatti

con un cucchiaino di bicarbonato, per poi cospargere la macchia e lasciare agire per una decina di minuti. Il bicarbonato potenzia l’azione del detersivo, perché il suo pH alcalino favorisce la repulsione tra sporco e fibre dei tessuti.

Per la stessa ragione, aggiungerne 1 cucchiaio nella vaschetta della lavatrice, insieme al tuo solito detersivo liquido, ne aumenta l’efficacia e garantisce risultati perfetti.

Scopri qui come trattare tutte le macchie più frequenti


NB: Prima di procedere con il trattamento è sempre opportuno fare una prova su una piccola porzione nascosta di tessuto per verificare la risposta dei colori, e in ogni caso il bicarbonato non va utilizzato su indumenti di lana e seta, in quanto si tratta di tessuti molto sensibili al pH alcalino che andrebbero sempre lavati con detersivi leggermente acidi.